La città si prepara a vivere un altro momento cruciale della sua estate: venerdì 2 agosto alle 21.30 piazza del Popolo sarà il campo di gara della competizione tra i tamburini delle contrade. Il Trofeo Gallo D’Oro compie dieci anni e per festeggiarlo ci sarà un ospite speciale: il regista, maestro e coreografo di bandiera, esperto di rievocazioni storiche Giovanni Nardoni.

Arrivato a Fermo come coordinatore degli sbandieratori della Cavalcata nel 1993, assume la regia della rievocazione dal 1998 al 2011, elaborando insieme ad alcuni dei componenti storici del Consiglio di Cernita, l’idea della sfida tra tamburini, avviata poi nel 2009: “Dieci anni sono il traguardo di un’intuizione vincente – commenta con soddisfazione Nardonisono  felice di rivedervi venerdì a Fermo, ricordo tantissime persone con grande affetto, su tutte Silvio Dionea, spero di aver lasciato anch’io un buon ricordo”.

La prova generale l’anno prima al Ricreatorio San Carlo: “Solo esibizioni, per capire se poteva funzionare – ricorda Nardonieravamo alla ricerca del contesto giusto che potesse rendere merito alla figura del tamburino e dare l’opportunità di far crescere il vivaio della contrada, nella sua parte aggregativa più importante, aggiungendo l’entusiasmo per la sfida”.  Una figura importante per Fermo e la Cavalcata, quella di Nardoni, che a febbraio prossimo festeggerà i 50 anni dalla sua prima regia e gli oltre 500 eventi realizzati.

La sfida, si diceva: “Quest’anno avremo – spiega Federico Orsini, coordinatore del Gruppo Giochi e Attività Promozionalitre giudici della Federazione Italiana Tamburi Storici. La giuria tecnica garantisce la massima correttezza del rispetto del regolamento della competizione, valutando le esibizioni in modo tecnico e oggettivo. A loro, come sempre, si aggiungeranno i giurati popolari, che selezioneremo tra il pubblico della gara”.