Serata di forti emozioni quella di sabato per la Cavalcata dell’Assunta: al centro di piazza del Popolo la Tratta dei Barberi, momento da batticuore per le contrade che ripongono le speranze nel cavallo assegnatogli dalla sorte.

Una serata condotta dal regista Oberdan Cesanelli, nei panni dell’araldo, in cui il pubblico ha potuto fare la conoscenza per la prima volta delle dame di contrada di quest’anno, che sono: Claudia Monterubbiano (Capodarco), Elisa Catalini (Campiglione), Eleonora Vallesi (Campolege), Erika Giommarini (Castello), Caterina Capriotti (Fiorenza), Letizia Mora (Molini Girola), Alessia Donati (Pila), Francesca Rutili (San Bartolomeo), Diletta Cardinali (San Martino) e Letizia Calcinaro (Torre di Palme).

Federico Raccichini ha presentato, elencandone provenienza, storia e peculiarità, i dieci mezzosangue che compongono il lotto di cavalli selezionati per la corsa e che nella loro sfilata in piazza hanno già mostrato indole e carattere. A Raccichini è andato un riconoscimento da parte della Cavalcata dell’Assunta per la professionalità e la competenza nel ruolo svolto di selezionatore.

L’esito delle estrazioni è il seguente:

CONTRADA

CAVALLO

Campiglione

Ummi Ummi (5 Colli Montefiore)

Campolege

Tidoc (Scud. Tognetti)

Capodarco

Brigantes (Scud. Giuseppe Fenudi)

Castello

Briccona Da Clodia (Allevam. Clodia)

Fiorenza

Spoon River (Scud. M. Giordani)

Molini Girola

Su Re (Scud. S. Blanco)

Pila

Stenford (Scud. I-Box)

San Bartolomeo

Tropico De Sedini (Scud. Concetti)

San Martino

Sergigno (Scud. Rocco Scanzano)

Torre di Palme

Tisseran (Cieffevi)

Ogni priore ha apposto la coccarda sul cavallo assegnatogli dalla sorte, mentre la dama ha consegnato alla scuderia la casacca con i colori di contrada; a Don Michele Rogante il compito della benedizione dei cavalli.

Per quanto riguarda le eventuali monte, Federico Raccichini riferisce che è ancora presto per avere delle certezze (le contrade hanno tempo per confermare i fantini fino alla sera del 14 agosto), fornendo tuttavia un elenco di alcuni possibili nomi: Daniele Scalora su Sergigno, Cristiano Di Stasio su Briccona Da Clodia, Peppino Monreale su Tropico De Sedini, Andrea Collabolletta su Ummi Ummi, Salvatore Blanco per Su Re, Leonardo Forlini su Tisseran, Simone Fenu su Brigantes, Simone Mereu su Tidoc.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail