Silvia Belà, Daniele Tramannoni, Leonardo Veroli, Alessandro Baldo, Caterina Paniccià, Aurora Talamonti, Francesca Santoni, Aleksandra Zaijdel, Giada Belà, Francesco Marcantoni, Denise Damiani, Carlo Ambrosi.

Ecco il team dei tamburini di Torre di Palme che ieri sera si è aggiudicato il VII° Trofeo “Gallo d’Oro”, con un punteggio di 34,2.Secondo posto per i rossoneri di contrada San Bartolomeo (26,8 punti) e terzo per la contrada Capodarco (26 punti).

Seconda vittoria in questa competizione, dopo quella del 2014, per la contrada guidata dal priore Samuele Bruni:E’ stata una piacevolissima sorpresa – riferisce – una vittoria inaspettata ma non per questo non voluta e cercata. Un premio che rende onore al duro lavoro dei miei ragazzi che con sacrificio hanno lavorato per portare in piazza uno spettacolo degno della posizione in classifica raggiunta”.

Il Gallo d’Oro è, a mio parere, uno dei momenti più belli della Cavalcata – commenta il regista Oberdan Cesanelli, che ieri ha presentato la sfida – in cui i giovani si sfidano al suono dei tamburi. Tanti sacrifici e tanta fatica racchiusi in 6 minuti di esibizione. Davvero un grande spettacolo”.

Piazza del Popolo è diventata campo di gara di una delle sfide più attese e infuocate del programma della Cavalcata dell’Assunta, con un pubblico numerosissimo che ha riempito le tribune allestite di fronte al loggiato di San Rocco e stipato il loggiato stesso. Contradaioli in visibilio hanno fatto un tifo sfrenato per il proprio gruppo di tamburini, sventolando bandiere, fazzolettoni, palloncini e altri gadget con i colori delle contrade.

I tamburini delle dieci contrade si sono esibiti di fronte alla giuria, presieduta da Leonello Alessandrini, formata dai tecnici Beatrice Rutkowski (insegnante di danza), Tony Santos (insegnante afro-brasiliano di musica e danza), Cristian Fidani (batterista e percussionista), Gian Paolo Valentini (attore e insegnante di recitazione), e dai giurati popolari Miriam Shihadeh e Andrea Grepioni, turisti bolognesi in vacanza a Fermo. Segretario di giuria Gaudenzio Santarelli. Presenti anche il Sindaco e Presidente della Cavalcata Paolo Calcinaro e il Presidente onorario Silvio Dionea, oltre a tutti i priori.

Le esibizioni dei tamburini hanno infiammato la piazza per una sfida ad altissima tensione, scandita dai cori e dagli incitamenti del pubblico. Attestati e omaggi per i giurati, oltre che per tutte le contrade partecipanti; ai primi tre classificati i “galli d’oro”, realizzati artigianalmente in rame da Ilario Del Moro, e un piccolo “gallo” anche per il Sindaco Calcinaro.

Ora ci si tuffa in una quattro giorni dedicata ai piatti tipici, da domani, domenica 7 fino a mercoledì 10 agosto, in piazza del Popolo le Hostarie: ad animare le cene anche Jubal Melodia Antiqua, gli Errabundi Musici e Il Coso Medievale; in programma per mercoledì alle ore 23 il flashmob organizzato dalle contrade, presto on line su cavalcatadellassunta.it e sulla pagina facebook il video tutorial per imparare i passi. Inoltre, domenica alle 21.30 al Girfalco “Bandiere nel vento”, esibizione degli sbandieratori delle contrade e poi di nuovo sfide al piazzale del Girfalco: lunedì 8 alle 21.30 il tiro all’Astore e martedì 9 agosto alle 21.30 il Tiro al canapo.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail