Siamo orgogliosi di aver rappresentato la nostra città agli occhi dei giovani visitatori della Federazione Russa e di aver offerto loro uno spettacolo capace di lasciarli senza parole. Grande stupore e applausi interminabili per i nostri sbandieratori e musici, a dimostrazione di quanto la Cavalcata dell’Assunta, con le sue tradizioni e le sue peculiarità, possa realmente costituire un concreto strumento di attrazione turistica e culturale, in grado di guidare i visitatori nel cuore della storia di Fermo e del suo territorio. Un grande ringraziamento va al Liceo Scientifico per aver scelto la Cavalcata dell’Assunta per raggiungere questo obiettivo”.

Sono le parole del vice presidente della Cavalcata dell’Assunta Andrea Monteriù che, insieme al regista Oberdan Cesanelli, era presente lo scorso 8 aprile al Liceo Scientifico “T. Calzecchi Onesti”di Fermo, per l’esibizione dei musici e degli sbandieratori che ha accolto gli studenti parte della delegazione del Liceo N°2010 “M. P. Sudakov” di Mosca, ospite dell’istituto fermano nell’ambito del progetto di scambio culturale Italia-Russia.

La maestria degli sbandieratori e dei tamburini della Cavalcata ha davvero incantato i ragazzi – riferisce la professoressa Adelaide De Angelis, referente del progetto – il cortile della scuola è diventato il palcoscenico d’eccezione di uno spettacolo unico, che solo gli interpreti di questa prestigiosa rievocazione storica sanno regalare. Gli sguardi dei giovani hanno seguito con stupore e ammirazione i suoni dei tamburini e i movimenti che rivelavano destrezza, determinazione e grande passione per un evento che è nel cuore di tutti”.

Le docenti di russo del Liceo, le professoresse De Angelis e Natalia Maslova, riferiscono del grande apprezzamento espresso dai ragazzi per la bellezza della rievocazione storica, sottolineando, quanto la destrezza, la forza e la resistenza fisica abbiano colpito il gruppo moscovita, composto soprattutto da studentesse. Le docenti hanno evidenziato, inoltre, il significato dell’evento per la cultura locale e nazionale italiana.

La seconda fase dello scambio culturale si terrà tra il 19 e il 26 aprile a Mosca, con la visita della Dirigente Marzia Ripari, delle docenti De Angelis e Paola Ammazzalorso e di 13 studenti di russo della classe 4C Linguistico.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail