Tradizionale scambio degli auguri con l’Arcivescovo Metropolita Mons. Luigi Conti lo scorso sabato 17 dicembre. Una delegazione della Cavalcata dell’Assunta è stata ricevuta in Curia per un momento di ritrovo in occasione delle festività natalizie.

All’incontro con Monsignor Conti erano presenti il Sindaco e Presidente della Cavalcata dell’Assunta Paolo Calcinaro, i vice presidenti Leonello Alessandrini e Andrea Monteriù, il tesoriere Gaudenzio Santarelli, i priori Renato Montagnoli, Lorenzo Giacobbi, Marco Tirabassi, Marco Mancini, Francesco Catini (neo priore di contrada Pila), Massimo Tramannoni e Romina Giommarini per la contrada Torre di Palme, Pietro Guzzinati per la contrada Campiglione, i collaboratori della Cavalcata Marcella Ciferri Stabile e Marco Marziali. “La visita all’Arcivescovo – dice Leonello Alessandriniè un appuntamento che si ripete da diversi anni e che ci fa davvero molto piacere. E’ un bellissimo momento di confronto, in cui emerge anche la parte più spirituale e religiosa alla base della storia della Cavalcata dell’Assunta”.

auguri-conti-2-17-12-16

Prima volta dal Vescovo per Andrea Monteriù: “E’ stato un incontro importante per tutti noi.  Natale vuol dire condivisione ed è lo stesso spirito che caratterizza la nostra manifestazione, con i tantissimi volontari che tutto l’anno si impegnano per la Cavalcata e che sono vicini anche durante le feste”.

All’Arcivescovo sono stati donati un cesto di prodotti, che Monsignor Conti come sempre darà alla Caritas, e il volume di recente pubblicazione “Un territorio, due contrade, una comunità” scritto da Don Giuseppe Paci, parroco di Molini Girola per oltre 50 anni, in cui è raccontata proprio la storia di questa zona di Fermo. L’Arcivescovo Conti, nel fare gli auguri ai rappresentanti della Cavalcata, ha ricordato la particolare situazione vissuta dalla comunità a causa del terremoto, complimentandosi con l’Amministrazione per la gestione dell’emergenza e l’azione tempestiva e rinnovando l’invito ai priori delle contrade ad essere formatori ed educatori.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail