Il fantino Adrian Topalli su Briccona da Clodia per la contrada Castello ha tagliato il traguardo della corsa al Palio 2017, facendo aggiudicare il drappo dipinto dall’artista fiorentina Paola Imposimato ai contradaioli guidati da Marco Mancini. Il pomeriggio era iniziato nel cortile di Palazzo Azzolino quando alle 14.45 sono state effettuate le operazioni di estrazione delle batterie della corsa al Palio.

Attesa, trepidazione ed entusiasmo hanno caratterizzato le due batterie con la prima composta da Fiorenza (Virginio Zedde “Lo Zedde” su Spoon River), Campolege (Simone Mereu su Tidoc), Campiglione (Andrea Collabolletta su Ummi Ummi), San Bartolomeo (Peppino Monreale su Tropico de Sedini), Capodarco (Antonio Gennarino Radichella su Brigantes) e la seconda composta da Molini Girola (Salvatore Blanco su Su Re), Castello (Adrian Topalli su Briccona da Clodia), San Martino (Daniele Scalora su Sergigno), Pila (Simone Fenu su Stenford) e Torre di Palme (Leonardo Forlini su Tisseran).

Mossiere Davide Busatti, presidente di giuria Sauro Petrini, commissari delegati Luigi Rocchi e Andrea Monteriù. La speaker è stata Gaia Capponi, il commento tecnico della corsa è stato affidato al selezionatore Federico Raccichini.

La prima batteria, dopo due false partenze, ha decretato questo ordine di arrivo: Capodarco, Campolege, Fiorenza, Campiglione, San Bartolomeo. Ben otto false partenze per la seconda batteria, l’ordine d’arrivo è stato: Castello, Molini Girola, Pila, San Martino, Torre di Palme.

Le contrade Fiorenza e Pila sono andate al sorteggio per il quinto posto nella finale, composta poi da: Capodarco, Campolege, Castello, Molini Girola e Pila.

Due false partenze e poi un continuo testa a testa tra Castello e Capodarco, questo è l’ordine di arrivo finale: Castello, Capodarco, Molini Girola, Campolege e Pila.

IL SINDACO DI FERMO PAOLO CALCINARO

Nonostante abbia sfilato molte volte, sia per la mia contrada che per la municipalità, devo confessare che il corteo storico è sempre una grande emozione: vedere tutta questa partecipazione, sia per la sfilata in notturna che nella giornata di oggi, mi fa pensare a quanto siamo fortunati a vivere in questa città. Ciò che mi preme di più è ringraziare tutte le contrade. I priori per la loro passione e l’impegno, oltre che a tutti coloro che in questo Ferragosto hanno lavorato e lavoreranno per il Palio e che garantiscono il corretto svolgimento della manifestazione

IL PREFETTO DI FERMO MARA DI LULLO

Lo scorso anno ho partecipato per la prima volta e la Cavalcata dell’Assunta mi ha davvero sorpresa mentre quest’anno ne sono rimasta del tutto affascinata: c’è una partecipazione della comunità veramente commovente, per un evento capace di richiamare pubblico e turisti da Italia e dall’estero. Il mio ringraziamento va a coloro che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione, con spirito di gruppo, senza lasciare nulla all’improvvisazione”.

IL PONTIFICALE

Nel giorno della Patrona della città, la Vergine Maria Assunta, il solenne Pontificale si è tenuto alle ore 11.30 nella chiesa di San Domenico di Fermo, officiato dall’Arcivescovo Monsignor Luigi Conti, alla presenza del Prefetto Mara Di Lullo, del Sindaco Paolo Calcinaro e dei dieci priori fermani con al collo il fazzolettone con i colori di contrada, durante il quale Mons. Conti ha voluto ricordare il dramma del terremoto vissuto nel Centro Italia ormai quasi 12 mesi fa. La devozione a Maria, ha evidenziato Conti, deve essere sempre il fulcro della rievocazione, oltre che ispirare nel loro ruolo formativo ed educativo i priori che, giovanissimi, ne rappresentano la nuova generazione. Accolte con favore dall’Arcivescovo le celebrazioni per il centenario della Tovaglia Policroma.

A chiudere il giorno del Palio dell’Assunta la Festa della vittoria in piazza del Popolo, l’esibizione del gruppo Folkappanka Bifolk Band e a mezzanotte l’estrazione della sottoscrizione a premi.

RIBALTA NAZIONALE PER LA CAVALCATA DELL’ASSUNTA

La corsa al Palio, grazie alla collaborazione della TGR Marche e del suo direttore Maurizio Blasi, avrà anche quest’anno la sua ribalta nazionale il 17 agosto, con la differita in onda alle 18.22 su RAI TRE nazionale.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail