La cerimonia si terrà nel giorno di Pentecoste, domenica 4 giugno, alle 21.30: sarà la chiesa concattedrale di San Domenico ad ospitare l’Investitura dei Gonfalonieri e dei Priori di contrada della 36esima Cavalcata dell’Assunta. Si tratta del primo atto della rievocazione storica, con cui le dieci contrade entrano ufficialmente nel periodo più intenso dell’anno. Momento solenne, officiato da Don Michele Rogante, delegato dell’Arcidiocesi di Fermo al Consiglio di Cernita, rappresenta un passaggio fondamentale per i contradaioli, ricco di emozione e coinvolgimento, che fa rivivere il forte legame che all’epoca intercorreva tra la comunità e la sua chiesa, il vero motivo per cui tutta la tradizione del Palio è nata e si è sviluppata nei secoli: l’omaggio a Maria e la richiesta della sua materna intercessione.

Sarà l’occasione per lasciarsi inondare dallo Spirito Santo – dice Don Michelecapace di guidare tutti verso la santità. All’inizio di questo nuovo percorso di iniziative per l’edizione 2017 della Cavalcata dell’Assunta, è importante aprirsi allo spirito imitando sempre più Maria, prima discepola dell’unico maestro Gesù.

Quest’anno, con la Cattedrale chiusa, celebriamo l’investitura nella chiesa di San Domenico, che porta ancora i segni della sofferenza causata dai recenti terremoti – aggiunge il regista della Cavalcata Oberdan Cesanellima messa in sicurezza ed agibile già dallo scorso 9 aprile. E’ un segno di vicinanza da parte della Cavalcata dell’Assunta ma anche di rinascita e speranza, che tributeremo il prossimo 11 giugno anche al borgo di San Ginesio, duramente provato dal sisma con il suo centro storico ancora zona rossa: parteciperemo alla rievocazione del Ritorno degli esuli con una numerosa delegazione, i tamburini e gli sbandieratori, così come farà anche Siena”.

Durante la cerimonia il Podestà, il sindaco Paolo Calcinaro, affiancato dai vice presidenti della Cavalcata, Leonello Alessandrini e Andrea Monteriù, consegnerà il gonfalone ai gonfalonieri e ai priori il medaglione della contrada. I Priori confermati sono: Diego Zappalà (Campolege), Lorenzo Giacobbi (Fiorenza), Marcella Simoni (Campiglione), Marco Mancini (Castello), Samuele Bruni (Torre di Palme), Roberto Concetti (San Bartolomeo), Marco Tirabassi (Molini Girola), Maurizio Balacco (Capodarco) e Renato Montagnoli (San Martino), mentre sarà nominato e riceverà dunque, oltre al medaglione, anche la cappa priorale Francesco Catini (Pila). Inoltre, Lorenzo Giacobbi, priore della contrada vincitrice della Corsa al Palio dell’anno scorso, Fiorenza, avrà il compito di pronunciare il giuramento.

Infine, sempre il 4 giugno, una delegazione della Cavalcata dell’Assunta sarà presente a Monterubbiano per Sciò la Pica, organizzata dall’Armata di Pentecoste.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail