Sono stati i giovanissimi contradaioli di Pila ad aggiudicarsi l’ottavo Palio dei Bambini dopo un pomeriggio di giochi, domenica scorsa al Ricreatorio San Carlo di Fermo.

Oltre 100 i bambini coinvolti nelle cinque sfide organizzate dal Gruppo Giochi e Attività Promozionali, culminate con la staffetta finale, una sorta di corsa campestre in veste di Palio, con le squadre a passarsi un testimone a forma di cavallo lungo il percorso tracciato nel giardino del Ricreatorio.

Il pomeriggio è iniziato con la Santa Messa officiata da Don Michele Rogante, delegato dell’Arcidiocesi al Consiglio di Cernita, che ha ricordato il senso di famiglia e di comunità che l’appartenenza e la partecipazione attiva alla contrada riescono a generare.

Sana aggregazione evidenziata anche dal Sindaco e Presidente della Cavalcata dell’Assunta Paolo Calcinaro, che ha ringraziato contrade, gruppi operativi e contradaioli per l’impegno profuso durante tutto l’anno.

Anche quest’anno il drappo riservato ai più piccoli è stato realizzato da Celeste Petrini, cerimoniera di Cernita, ispirandosi alla sua prima esperienza, da piccolissima, in contrada vestendo i panni della popolana nel corteo: al centro la città di Fermo con il profilo del suo centro storico, affiancata dalla figura di un cantastorie che illustra ai piccoli contradaioli la Cavalcata dell’Assunta.

A premiare i contradaioli guidati dal priore Francesco Catini, dopo un pomeriggio di divertimento e risate, il Vice Presidente della Cavalcata Andrea Monteriù e l’Assessore Comunale Alberto Maria Scarfini.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail