Si entra nel rush finale: il countdown segna poco più di quattro giorni al 15 agosto e il clima è sempre più infuocato. A far fremere, e infiammare, gli animi dei contradaioli sarà uno dei passaggi cruciali della Cavalcata dell’Assunta, vale a dire la serata della Tratta dei Barberi: domani, 12 agosto, alle 21.30, al centro di piazza del Popolo, presentati dal selezionatore Federico Raccichini, sfileranno i 10 cavalli che correranno il Palio 2017, per essere poi abbinati alle rispettive contrade.

Ma la Tratta dei Barberi è anche l’occasione per la prima uscita ufficiale delle dame di contrada, che consegneranno la giubba con i colori di contrada alla scuderia.

La cerimonia della Tratta prevede – spiega il regista Oberdan Cesanelli – che sia un paggio ad estrarre a sorte i nomi delle contrade dall’elmo del Capitano d’Armi della detentrice del Palio, quindi quello di Fiorenza. Il priore corrispondente ad ogni estrazione sorteggia il cavallo che correrà per i suoi colori dall’elmo del Capitano d’Armi della città. Quindi il priore apporrà al berbero assegnato la coccarda con i colori della giubba consegnata dalla dama”.

Domani sera la cittadinanza farà dunque la conoscenza con le dieci Dame di contrada, che sono: Claudia Monterubbiano (Capodarco), Elisa Catalini (Campiglione), Eleonora Vallesi (Campolege), Erika Giommarini (Castello), Caterina Capriotti (Fiorenza), Letizia Mora (Molini Girola), Alessia Donati (Pila), Francesca Rutili (San Bartolomeo), Diletta Cardinali (San Martino) e Letizia Calcinaro (Torre di Palme).

La Tratta sarà preceduta da un momento molto importante per la Cavalcata dell’Assunta: sarà conferita ufficialmente a Silvio Dionea la presidenza onoraria dell’Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche da parte del suo presidente Giovanni Martinelli, per il quale Dionea è “promotore appassionato, prezioso e dinamico collaboratore”.

E allora eccoli i mezzosangue selezionati da Federico Raccichini: Sergigno (Scud. Rocco Scanzano), Briccona Da Clodia (All. Clodia), Ummi Ummi (5 Colli Montefiore), Su Re (Scud. S. Blanco), Tidoc (Scud. Tognetti), Spoon River (Scud. M. Giordani), Nino’s (Scud. G.Viti), Tropico De Sedini (Scud. Concetti), Stenford (Scud. I-Box), Brigantes (Scud. G.Fenudi).

Come spiega Raccichini: “Si tratta di una novità per Fermo: quest’anno dopo 35 anni non si correrà con i Puro Sangue Inglese, ma con i Mezzo Sangue, anche detti Angloarabi o a fondo Inglese oppure a fondo Arabo, senza nessuna distinzione. L’avvento di questa nuova tipologia di cavalli è un adeguarsi alle regole nazionali, per cui avanti tutta con la nuova esperienza. Il lotto prescelto è molto variegato e presenta delle discrete individualità, ma sarà come sempre  l’adattabilità al curvone a fare la differenza. Una cosa è certa: mai come quest’anno non ci sono favoriti. Un’ultima cosa mi preme sottolineare: i nomi dei cavalli sono tutti quelli reali riportati da libretto. Inoltre vorrei ricordare che fino al 12 agosto, in caso di ritiro di qualche partecipante, mi vedrò costretto, insieme al gruppo corse, a trovare un sostituto adeguato, mentre dopo l’assegnazione dei cavalli alle rispettive contrade (ossia dopo la Tratta) la sostituzione di un eventuale ritiro sarà effettuata direttamente dal Presidente della Cavalcata dell’Assunta”.

Infine, la serata di domani si concluderà alle 23 con gli spettacoli “Historia sogno nel tempo” e “La guerra di Troia del gruppo alfieri e musici della Cavalcata dell’Assunta, sempre in piazza del Popolo.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail