Procede a ritmi serrati il programma della 36esima edizione della Cavalcata dell’Assunta, in attesa di arrivare a martedì 15 agosto, giorno in cui si terrà la corsa al Palio. E proprio in relazione a questo evento così importante per la città, capace di richiamare moltissime presenze sul percorso cittadino che caratterizza il Palio fermano, la Cavalcata, insieme al Comune, sta lavorando in maniera costante soprattutto per quanto riguarda le nuove normative sulla sicurezza.

Di concerto con la Prefettura e il Commissariato – spiegano i vicepresidenti Leonello Alessandrini e Andrea Monteriùstiamo predisponendo quanto previsto dalle nuove direttive. Tra le altre cose, dovremo avere il massimo controllo di tutte le presenze che accederanno al campo di gara: il biglietto acquistato, il pass o il braccialetto che sarà dato ai figuranti costituiranno gli unici identificativi validi per accedere e restare nel percorso.

E’ chiaro che il lavoro fatto per l’adeguamento alle normative ha inciso in maniera importante sui costi da sostenere: siamo di fronte ad nuovo scenario economico da fronteggiare che ci impone di dare massima priorità agli investimenti sulla sicurezza a discapito di altre spese che, seppure a malincuore, siamo costretti a ridurre”.



Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail