Arrivo del Palio

domenica 31 luglio - dalle ore 19.00 - Porta San Francesco

La cerimonia dell’Arrivo del Palio nasce con la rievocazione.
Il Palio, il premio per la corsa dei cavalli creato ogni anno da un prestigioso artista e fino ad allora tenuto rigorosamente nascosto, fa il suo ingresso in una delle Porte della Città, portato da uno degli storici Castelli e poi presentato in Piazza Grande.

Nella realtà storica, il “Palio”, il premio destinato al vincitore della corsa dei cavalli – da non confondersi con i palii che i comuni “accomandati” portavano in processione per poi donarli in Cattedrale – era un drappo di stoffa pregiata (velluto, damasco o raso) di circa 15 braccia di lunghezza. La “stora”, il premio per il secondo arrivato, era dello stesso tessuto, ma di dimensioni inferiori, 5 braccia circa, Il terzo premio, abolito a metà del XVII secolo, era una spada. I premi venivano acquistati dal Comune ed esposti in Cattedrale. L’evento era salutato da un nutrito sparo di “artigliaria”, ovvero di mortaretti.